‘Senza sepoltura e senza lacrime’: dalla negazione della morte all’‘‘annegazione’’ della vita

Autori

  • Jessica Castagliuolo Alma Mater Studiorum-Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2724-5179/12318

Parole chiave:

COVID-19

Abstract

Morte e malattia, isolamento e solitudine del morente, metafora della guerra, abbandono, mancanza dell’urna e lutto senza corpi: l’epidemia globale ci ha costretto a un incontro violento con il fine vita, che nella nostra società continua a costituire un tabù. A partire da alcune testimonianze di medici e infermieri si delineeranno le modalità e le rappresentazioni della morte ai tempi del Covid-19, con lo scopo di porre l’accento sulla profonda esigenza di costruire un rito laico del lutto e un modello sociale più sostenibile del perire. Interrogheremo inoltre la tragedia che abbiamo visto avvenire per carpire i valori portanti sui quali dovrà, a nostro avviso, reggersi il mondo che verrà.

Downloads

Pubblicato

2021-03-15

Come citare

Castagliuolo, Jessica. 2020. «‘Senza Sepoltura E Senza lacrime’: Dalla Negazione Della Morte all’‘‘annegazione’’ Della Vita». DNA – Di Nulla Academia 1 (2). Bologna:109-20. https://doi.org/10.6092/issn.2724-5179/12318.

Fascicolo

Sezione

Mito, psicologia e magia: il viaggio di Psiche nel mondo