Evoluzione ed analisi della relazione tra il paziente e il clinico durante la pandemia COVID-19

Autori

  • Gloria Leonardi Consorzio Colibrì-Bologna - UPMC Italy

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2724-5179/12316

Parole chiave:

relazione psichiatra-paziente, isolamento

Abstract

Negli anni settanta il modello bio-psico-sociale ha favorito un aumento d’interesse per l’analisi della relazione terapeutica. Gli studi hanno infatti dimostrato che una relazione che pone al centro il principio di autodeterminazione del paziente è correlata a un miglioramento dell’aderenza alle cure e della soddisfazione dallo stesso percepita. L’efficacia della diade paziente-terapeuta è però anche influenzata da cambiamenti nel contesto culturale e sanitario. Isolamento e stigma che caratterizzano le condizioni sanitarie da pandemie, contribuiscono allo sviluppo di Bournout per gli operatori e di stati di ansia per i pazienti influenzano la comunicazione duale e riducono pertanto la simmetricità tra gli attori coinvolti e il tempo dedicato all’ascolto. Maggiori investimenti nella sanità, incremento della formazione alla relazione e alla comunicazione per i professionisti, nonché incremento di politiche volte alla promozione della salute per la collettività, contribuiscono a migliorare il percorso di cura.

Downloads

Pubblicato

2021-03-15

Come citare

Leonardi, Gloria. 2020. «Evoluzione Ed Analisi Della Relazione Tra Il Paziente E Il Clinico Durante La Pandemia COVID-19». DNA – Di Nulla Academia 1 (2). Bologna:97-108. https://doi.org/10.6092/issn.2724-5179/12316.

Fascicolo

Sezione

Mito, psicologia e magia: il viaggio di Psiche nel mondo